Istria

Rispetto al resto della Croazia, Istria ha un’atmosfera semplicemente unica. Battezzata “Terra Magica” dai Romani, questa penisola triangolare è stata italiana fino alla Seconda Guerra Mondiale. Istria ha una rinomata cucina locale, e produce vino e olio extravergine di oliva pregiato. Sia la costa che l’entroterra sono luoghi magnifici da scoprire. La rete stradale è ottima, ma i trasporti pubblici sono limitati. Il modo migliore per esplorare Istria è noleggiare un’auto in loco o raggiungerla con il vostro mezzo: potrete scoprire villaggi pittoreschi, rovine romane e straordinari paesaggi naturali in libertà




Pula (Pola)

Celebre per l’anfiteatro romano, Pola è stato il principale cantiere navale degli Asburgo ed è tuttora un porto attivo dal quale transitano milioni di tonnellate di merci ogni anno. Il centro della città è caratterizzato da tante attività e negozi, un grande mercato coperto e bancarelle tipiche che vendono pesce fresco. Dal punto di vista turistico, Pola ha tanto da offrire: da non perdere l’Arco dei Sergi, il foro romano e il tempio di Augusto. Se cercate qualcosa di più originale, affittate una barca e dirigetevi alle Isole Brioni da Fasana.



Limski kanal (Canale di Leme)

Una delle risorse naturali più incredibili dell’Istria è il canale di Leme, un fiordo lungo oltre 10 chilometri che giunge al cuore della penisola, ricco di scogliere alberate a strapiombo sull’acqua verde cristallina. Potrete scoprire il canale con una visita guidata in barca o ammirarlo in tutto il suo splendore da una piattaforma panoramica posta sulla strada principale. Il canale di Leme ospita inoltre molti allevamenti di cozze e crostacei. Per gli appassionati di storia, ecco un paio di curiosità: si narra che il famoso corsaro britannico Sir Henry Morgan si nascose qui per sfuggire ai nemici, mentre Giacomo Casanova narrò del luogo e fu spesso in visita.



Grožnjan (Grisignana)

Costruita dai veneziani nel 1102, Grisignana è un borgo arroccato in cima ad una collina: fino al crollo della Repubblica di Venezia nel diciottesimo secolo, è stata una fortezza importante dal punto di vista strategico.
Quasi due secoli dopo, nel 1965, è stata trasformata in una colonia artistica, dove la Jeunesses Musicales International ha avviato una scuola estiva per musicisti nel 1969, tuttora in attività. Ogni estate si tengono concerti, recite e balletti, al castello o nella piazza sotto le stelle. Oggi, Grisignana ospita molti studi artistici e gallerie, aperti principalmente durante l’estate.

Brijuni (Isole Brioni)

Le Isole Brioni sono un arcipelago di 14 isolette sulla costa occidentale dell’Istria: qui potrete scoprire migliaia di anni di storia, a partire dalle impronte di dinosauri pietrificate. Solo 2 isole sono visitabili, e ospitano un campo da golf, un santuario ornitologico, uno zoo, un parco safari, tre musei e i principali siti archeologici. Potrete scoprire le attrazioni principali a bordo di un trenino o noleggiare una bici o un kart elettrico e visitarle in autonomia.



Pazin (Pisino)

Tra le località più conosciute dell’Istria centrale, non possiamo dimenticare Pisino, il “cuore dell’Istria”. È famosa per il castello (Kaštel), arroccato ad oltre 130 metri al di sopra di un abisso dove il fiume Pazinčica sfocia nella cava di Pisino. Il panorama è così spettacolare che ha ispirato il famoso scrittore francese Jules Verne nella scelta della location per uno dei suoi romanzi, che vedeva il protagonista scappare dal castello proprio per l’abisso. Pisino è una piacevole cittadina circondata dalla natura istriana: qui potrete divertirvi con escursioni, arrampicata, discesa in teleferica e itinerari in bici. Oppure, potrete scoprire altri borghi medievali nelle vicinanze percorrendo il sentiero di San Simone (10 km). Infine, non dimenticate di assaggiare il miele d’acacia, specialità locale.



Motovun (Montona)

Montona è una tipica cittadina istriana arroccata in cima ad una collina: è molto popolare tra i turisti, principalmente per gli eventi culturali che si tengono tutto l’anno. Il più amato e famoso è il Motovun Film Festival che si svolge in estate, ma ci sono tanti altri buoni motivi per “salire” alla scoperta di questo borgo. Una volta superata la porta d’ingresso principale, la vista è mozzafiato: potrete ammirare il fiume Mirna e il meraviglioso paesaggio naturale. Celebre per i tartufi pregiati, il periodo migliore per gustarli è in autunno, tra settembre e novembre, insieme alla vicina Levada, nelle pianure appena fuori Montona, dove si tengono aste e degustazione di tartufi. Un’altra caratteristica della cittadina sono i vigneti che si perdono a vista d’occhio lungo le colline. Qui si produce vino bianco, Malvasia, e vino rosso, Teran, che potrete sorseggiare in ogni “konoba” o ristorante del luogo.
Se avete voglia di rilassarvi nelle piscine termali con acqua calda, la Spa termale con piscine curative di Istarske Toplice si trova nelle vicinanze.



Visita per ulteriori informazioni

  • Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Youtube